L’aforisma in Spagna, Jordi Doce

Jordi Doce, nato a Gijon nel 1967, è poeta, critico, traduttore e scrittore di aforismi. E’ autore di cinque libri di poesia (l’ultimo dei quali, Gran angular, è stato pubblicato nel 2005), tre libri di saggi e di numerose edizioni bilingue di poeti in lingue inglese (W. H. Auden, William Blake, T. S. Eliot, Ted Hughes, Charles Simic, Charles Tomlinson tra gli altri). In ambito aforistico ha pubblicato Hormigas blancas. Notas 1992-2003 (Bartleby, 2005) e Perros en la Playa (La Oficina, 2011). Vive a Madrid dedicandosi alla creazione letteraria, all’attività editoriale (Círculo de Bellas Artes) e alla direzione di corsi e seminari letterari (Hotel Kafka ). Si può seguire la sua attività sul blog personale Jordidoce.

Jordi Doce (Foto per gentile concessione dell'autore)

Jordi Doce (Foto per gentile concessione dell’autore)

Come si evince anche dai sottotitoli delle due raccolte Hormigas blancas e Perros en la Playa, la scrittura aforistica di Jordi Doce si presenta come una selezione di note e appunti accumulati nel corso degli anni (a partire dal 1992) in modo “intermittente” e “discontinuo”. In tali appunti si trovano racconti brevi, riflessioni letterarie, appunti lirici, greguerias, annotazioni sopra comportamenti ed eventi quotidiani e altro materiale frammentario che vanno a comporre un magmatico corpus aforistico.

Sul modello di Roland Barthes che definisce l’aforisma un genere “arrogante” e di W. H. Auden che dice che “Lo scrittore di aforismi non argomenta nè spiega, ma asserisce“, ecco cosa scrive Jordi Doce a proposito di questo genere letterario: “L’ostilità antipatica dell’aforisma. Nasconde le prove, le glosse, le spiegazioni. E’ solo un lampo, una verità gettata come a caso, senza enfasi, con aristocratica distanza. Si nasconde, appena sporge, nelle pieghe dei suo stivali. Senza mai rendere conto”. L’aforisma è una illuminazione, un lampo improvviso, un flusso discontinuo in cui per un istante spazi, oggetti e persone sembrano rivelare una verità segreta: “Qualcosa si è rotto per cui questi frammenti emergeranno, ma che cosa?”. L’aforisma è qualcosa che non è premeditato e che sorge all’improvviso dalle profondità della mente: “Il mondo si schianta contro la sua fronte, e i frammenti gli servono da parole”. E la vocazione segreta di ogni aforista è quella “di fare di ogni sottrazione, una somma, per piccola che sia”.

Presento al lettore una selezione di aforismi tratti dalla raccolta Perros en la Playa. La traduzione è di Fabrizio Caramagna:

Jordi Doce, Perros en la Playa, aforismi scelti

Perros en la playa

Cuánto te asedia y te persigue: cuánto te define.

Ciò che ti assedia e ti perseguita: ciò che ti definisce.

**

Hay gente que parece vivir con la sola intención de crear pasado.

Ci sono persone che sembrano vivere con la sola intenzione di creare passato.

**

¡No me resucites! No quiero morirme dos veces.

Non resuscitarmi! Non voglio morire due volte.

**

Hacer de sus restas una suma, por pequeña que sea. La vocación profunda del aforista.

Fare del suo resto una somma, per piccola che sia. La vocazione profonda dell’aforista.

**

Sueña que su corazón se convierte en pez. El mar fluye por sus arterias.

Sogna che il suo cuore si trasformi in un pesce. Il mare fluisce per le sue arterie.

**

No tengo pensamiento propio, como no es propio el aire que respiro. Según donde esté, así respiro, así pienso.

Non ho un pensiero proprio, come non è propria l’aria che respiro. A seconda di dove sto, così respiro, così penso.

**

Críticos que muerden monedas para comprobar si son de buena ley. Pero muchos actúan como si las estuvieran acuñando.

Critici che mordono la moneta per vedere se è di buona lega. Ma molti si comportano come se la stessero coniando.

**

¡Qué mujer! Hasta cuando se acerca la taza de café a los labios parece estar mordiendo el fruto del árbol del bien y del mal.

Che donna! Quando avvicina la tazza di caffè alle sue labbra sembra che stia per mordere il frutto dell’albero del bene e del male.

**

La lengua como un nudo gordiano. Toda la vida queriendo destrabarla y luego llega la muerte, esa espada.

La vita come un nodo gordiano. Tutta la vita cercando di districarla e poi arriva la morte, questa spada.

**

El inmenso cansancio de la creación. El estupor de Dios al despertarse de su largo sueño y leer todo cuanto le atribuyen desde que el mundo es mundo.

L’immensa fatica della creazione. Lo stupore di Dio nel risvegliarsi dal suo lungo sogno e leggere tutto ciò che gli attribuiscono da quando il mondo è mondo.

**

Hay alguien en mí que no conozco: habla conmigo para saber quién soy.

C’è qualcuno in me che non conosco: parla con me per sapere chi sono.

**

Los relojes son al tiempo lo que un diccionario al lenguaje.

Gli orologi sono rispetto al tempo ciò che un dizionario è rispetto al linguaggio.

**

Se duerme en los laureles, pero en posición fetal.

Si dorme sugli allori, però in posizione fetale.

**

Las bolsas de los ojos, llenas del limo de tanto acarreo, de tanto mundo mirado.

Le borse degli occhi, piene del fango di tanta strada, di tanto mondo ammirato.

**

Se acoplan como las dos mitades de un cubo; sin grietas ni resquicios, nadie adivinaría que dentro alienta el vacío.

Si accoppiano come le due metà di un cubo; senza crepe né fessure, nessuno indovinerebbe che dentro c’è il vuoto

**

Las motas de espuma en el oleaje… El mar convertido en aforista.

Le brevi scie di spuma nelle onde… Il mare trasformato in aforista.

**

Escribe páginas y más páginas, y el libro verdadero corre tras él con la lengua fuera, incapaz de alcanzarle.

Scrive pagine e pagine, e il libro corre tra esse con la lingua in fuori, incapace di raggiungerle.

**

La extraña metamorfosis que convierte el camino de cabras de la escritura en una autopista para la lectura.

La strana metamorfosi che trasforma il sentiero di capre della scrittura in una autostrada per la lettura.

**

Frases cortas, para no llamar la atención del tiempo. Frases diminutas, para colarse entre las grietas del tiempo.

Frasi corte, per non attirare l’attenzione del tempo. Frasi molto piccole, per scivolare tra le crepe del tempo.

**

No está solo. Le acompañan todas sus renuncias.

Non è solo. Lo accompagnano tutte le sue rinunce.

**

Cuando vivir no es más que el esfuerzo por concertar la decadencia de las distintas partes de nuestro cuerpo, de manera que todas mueran a la vez.

Quando vivere non è altro che lo sforzo per concertare la decadenza delle distinte parti del nostro corpo, in modo che muoiano tutte nello stesso momento.

**

No sé quién eres, pero gracias a ti comienzo a saber quién soy.

Non so chi sei, ma grazie a te comincio a sapere chi sono.

**

Existes siempre en el hueco que dejan los demás.

Esiste sempre nel vuoto che lasciano gli altri.

**

Sí, hay algo en lo que nos parecemos: tú y yo nos creemos diferentes por igual.

Sì, c’è qualcosa in cui noi ci assomigliamo: tu e io io ci crediamo differenti in modo uguale.

**

No basta con tener razón. Hay que aparentar no tenerla.

Non basta avere ragione. Devi far finta di non averla.

**

Libros como cajas que hemos de abrir. Pero los remaches y bisagras no están fuera sino dentro, en la penumbra entintada de las páginas.

Libri come scatole che dobbiamo aprire. Però lucchetti e cerniere non sono fuori ma dentro, nella penombra di inchiostro delle pagine.

**

Párrafos como cementerios de elefantes, adonde van a morir las ideas.

Paragrafi come cimiteri di elefanti, dove vanno a morire le idee.

**

La esperanza es lo último que se pierde, dicen. No sirve sino para prolongar inútilmente la agonía.

La speranza è l’ultima a morire, dicono. Non serve se non a prolungare inutilmente l’agonia.

**

Entiéndelo. Que sepas columpiarte de sus ramas no significa que seas parte del árbol.

Devi capire questo. Il fatto che tu sia consapevole di oscillare insieme ai suoi rami, non significa che tu sia parte dell’albero.

**

Dos clases de escritores: el que ofrece a sus lectores lo que estos ya tienen; el que les ofrece lo que ni él mismo creía tener.

Due classi di scrittori: quelli che offrono ai loro lettori ciò che già hanno; e quelli che offrono ciò che essi stessi non credevano di avere.

**

La indivisible procesión del mundo. Se sube a hombros de las palabras para ver mejor.

L’indivisibile processione del mondo. Si sale sulle spalle delle parole per vedere meglio.

**

Hasta el más innovador, cuando hace algo en lo que no está versado, parece antiguo.

Anche il più innovatore, quando fa qualcosa in cui non è versato, pare antiquato.

**

Tu cara en el espejo cada mañana, como una palabra repetida una y otra vez hasta que se vuelve incomprensible.

Il tuo volto nello specchio ogni mattina, come una parola ripetuta più e più volte fino a quando diventa incomprensibile.

**

Que las reglas no te impidan ver el juego.

Che le regole non ti impediscano di vedere il gioco.

**

Ser por un día la vida de tu sombra.

Essere per un giorno la vita della tua ombra.

**

No quiso tirar la primera piedra. Se la reservó para rematarlo.

Non volle scagliare la prima pietra. Se la tenne per ucciderlo.

**

Solo sabía decir una frase. Pero ¡qué habilidad para que nunca sonara fuera de lugar!

Sapeva dire solo una frase. Però che abilità perché non suonasse mai fuori luogo!

**

Bailar, vencer al aire en su terreno.

Ballare, vincere l’aria sul suo terreno.

**

El latido del corazón es una forma primitiva del aplauso.

Il battito del cuore è una forma primitiva di applauso.

**

Si hay una matemática del lenguaje, los poemas son sus números irracionales.

Se c’è una matematica del linguaggio, le poesie sono i suoi numeri irrazionali.

**

Todo lo que escribe son cartas al que fue, al que será, al que quisiera ser: cualquier cosa menos hablar con el que es.

Tutto ciò che scrive sono pagine di ciò che è stato, ciò che sarà, ciò che vorrebbe essere: qualunque cosa meno parlare di ciò che è.

**

Mi admiración por ti es grande, no lo niego, pero hazme el favor de no desplegar tu altar también en mi casa.

La mia ammirazione per te è grande, non lo nego, però fammi il favore di non dispiegare il tuo altare in casa mia.

**

Amar como ama el ojo, dejando intacto el objeto de su amor.

Amare come ama l’occhio, lasciando intatto il suo oggetto d’amore.

**

Un país donde cada cual envejece conforme al número de palabras que pronuncia. Un país donde parlotear sin juicio es una forma de suicidio.

Un paese dove ogni volta qualcuno invecchia in proporzione al numero di parole che pronuncia. Un paese dove chiacchierare senza giudizio è una forma di suicidio.

**

El mundo se estrella contra su frente, y los fragmentos le sirven de palabras.

Il mondo si schianta contro la sua fronte, e i frammenti gli servono da parole.

**

¿Hay muertos más vivaces que otros, muertos más muertos, digamos, muertos que viven más a fondo su propia muerte?

Ci sono morti più vivaci che altri, morti più morti, diciamo, morti che vivono più a fondo la propria morte?

**

Esos dientes que asoman, temblorosos, cuando ríe a carcajadas, como una sierra que se abriera paso ciegamente hacia el futuro.

Quei denti che spuntano, trepidanti, quando ride sghignazzando, come una sega che si fa strada alla cieca nel futuro.

**

Dicen de él que es bilingüe. Tiene un idioma para hablar y otro para guardar silencio.

Dice di sè che è bilingue. Ha una lingua per parlare e un’altra per stare in silenzio.

**

Relojes que solo avanzan cuando los llevamos puestos.

Orologi che avanzano solo quando cambiamo loro posto.

**

Una ciudad de gentes que cada mañana ignora en qué idioma va a hablar. Se turnan para ser los primeros.

Una città di gente che ogni mattina ignora in che lingua parlerà. Si danno il turno per essere i primi.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in L'aforisma in Spagna e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...