Scrittori di aforismi su Twitter, Comeprincipe

Un altro autore che seguo con molto interesse su Twitter è @Comeprincipe. Nella nota biografica l’autore si definisce in questo modo: “Mi chiamo Matteo, poco più che trentenne, pugliese, esisto davvero. Non ho una laurea, pago l’affitto, faccio l’impiegato, ho un contratto a tempo determinato e questa è solo la parte divertente. Sono innamorato ed è una fortuna che prima o poi auguro a tutti. A patto che non si tratti di amore per se stessi, o meglio non solo di quello. Ho fondato e gestisco il blog umoristico loLingtonpost  insieme a una manciata di fannulloni come me, faccio parte della squadra che Radio 2 ha scelto per Twitandshout, primo programma a portare nel 2012 Twitter in radio, tutt’ora in onda quotidianamente. Collaboro con La3 TV per la realizzazione dei programmi The Hasthtag e The Hashtag Fight Club. Mi piace usare la voce per dire le cose oltre che le dita per scriverle”.

Come_principe_2.jpg

@Comeprincipe è su Twitter dal 2009 (in realtà lo ha abbandonato per un anno prima di ritornarvi sopra) e ha oltre 30000 follower. A proposito del rapporto con Twitter @Comeprincipe, in una intervista a La Repubblica, dice: “Dedico a Twitter tutta la giornata, nel senso che da quando apro gli occhi la mia mente lavora costantemente su due livelli, quello concreto dell’occupazione che regolarmente porto a termine e quello dello ‘spettacolo’ che amo regalare a chi mi legge e quindi a me stesso. Ma non lo nascondo: è l’unica parte della mia vita che mi renda la soddisfazione che ho sempre sognato. Mi rende vivo. Mi tiene dritto. In piedi. Dimentico tutto e mi sembra di avere un bel motivo per combattere. La regola è esserci. Sempre. Macinare continuamente notizie, luoghi, volti, nomi, emozioni. Twitter crea dipendenza. Assolutamente. Inevitabilmente. Ed è difficilmente guaribile”. E sui sui tanti follower che lo seguono così commenta ad Aforisticamente: “Le persone che mi leggono sono il termometro della maggiore o minore qualità delle cose che scrivo, sono un motivo per non mettere in folle il cervello quando la strada si fa buia e ripida, a loro devo tutto quello che di bello la scrittura riesce a darmi, a loro sarò riconoscente sempre, qualsiasi cosa accada. In fondo come nella vita ‘vera’ si è riconoscenti per coloro che ti sono in qualche modo vicini senza chiederti niente in cambio”.

Come molti altri autori di Twitter @Comeprincipe scrive tweet all’insegna della satira e dell’umorismo (“L’umorismo è la realtà rivoltata come un calzino, qualcosa che non ti aspetti, un’auto guidata al contrario, una strada più bella che normalmente non prenderesti per andare da qualche parte, ma che poi ogni tanto imbocchi per caso e ti fa stare bene. L’umorismo è curiosità”). Anche se poi diversi suoi tweet sono temperati da una vena poetica, talvolta anche malinconica che ne rende lo stile inconfondibile e che genera in chi legge sensazioni forti che fanno scattare un sorriso filosofico più che un riso di comicità (e in questo mi sembra pertinente il richiamo al metafisico Zeno nella breve nota biografica che appare sulla sua pagina Twitter: “Un uomo col coltello dalla parte del sadico. E una coscienza due punto Zeno”).

Presento una selezione dei migliori tweet di @Comeprincipe apparsi nell’ultimo anno.

Comeprincipe, Tweet scelti

Se ami davvero qualcuno accertati che non si tratti di te stesso.

Napolitano e Renzi stanno facendo il possibile per ridurre i costi della politica. Eliminando definitivamente le elezioni. #staffetta

La notte porta consiglio. Ma sbaglia perennemente indirizzo.

L’Italia è una Repubblica fondata sul timbra tu oggi per me che io domani lo faccio per te.

– Mamma, cos’è una delusione?
– Un modo efficace per assolvere se stessi giudicando gli altri.

I sentimenti sono come Windows, continui ad aggiornarli senza mai capire davvero perché.

Oggi è la giornata mondiale di quando a rovinare tutto tra te e chi ti ama ci si mette sempre qualcuno. Tu, per esempio.

Non tutto il male vien per nuocere, ma per sicurezza sparate a vista.

Il vero progresso è nel brain-sharing.

Ciascuno è artefice del proprio destino, anche se è un’attività che tendiamo a esternalizzare troppo spesso.

La pazienza è la virtù di chi non te la da.

Facebook compie dieci anni. Assolutamente indimenticabili secondo l’Associazione Italiana Avvocati Divorzisti.

Oggi è la giornata mondiale di chi ti si avvicina per dirti di stargli lontano. Ma anche di chi ti allontana per dirti di stargli vicino.

Sei definitivamente guarito quando voltandoti riesci ad apprezzare il panorama senza vederci per forza il passato.

Il problema del lunedì è che resta vigile almeno fino al giovedì.

Oggi è la giornata mondiale di quando finalmente smetti di chiederti perché e cominci a domandarti per chi.

Dal Vangelo secondo WhatsApp, il terzo giorno Gesù resuscitò e scrisse: “Scusa, ero in un posto dove non prendeva”.

Il problema dei sogni a occhi aperti è che te li ricordi sempre benissimo.

La speranza è l’ultima a morire, ma sempre la prima a dirti: “Forse è meglio se ci prendiamo una pausa di riflessione”.

Oggi è la giornata mondiale di quando trovi finalmente il modo di risolvere ogni tuo problema. Occupandoti solamente di quelli degli altri.

Dimenticavo, oggi è anche la giornata mondiale di quando la svolta che aspettavi da un pezzo finalmente arriva. Per qualcun altro.

Il cuore è come l’ascensore, ogni sconosciuto che entra pretende di andare a un piano diverso. E raramente qualcuno va al tuo.

Dei sentimenti non si butta via niente.
A parte chi li prova.

L’Italia è una Repubblica fondata sul non lo sapevo.

Punti di vista: non sei in ritardo al lavoro ma in anticipo per il licenziamento.

Fidarsi è bene, farsi dare le password dei social è meglio.

I dubbi in amore sono legittimi. Soprattutto se lei non ricorda il tuo numero di telefono ma sa a memoria quello della tua carta di credito.

Coca-Cola e Nutella hanno fatto il botto mettendo i vostri nomi sulle confezioni. Immaginate quando lo farà Scottex con la carta igienica.

Peggiore di chi non ti si concede c’è solo chi intanto nemmeno ti si nega.

Potremo dire di essere sulla strada giusta quando saremo riusciti a creare farmaci contro le aspettative.

La vita è bella.
Purché non superi la 44.

L’Italia è una Repubblica fondata sul “Conosci qualcuno che può metterci una buona parola?”.

Se non cominciamo a organizzare almeno due edizioni di Miss Italia in un anno dubito che potremo fare progressi per la pace nel mondo.

– Mamma, si può amare anche da lontano?
– Forse soltanto da lontano si può davvero amare qualcuno, tesoro. Forse.

Il cuore è come un aquilone, c’è più gusto a farlo volare vicino ai cavi dell’alta tensione.

Oggi è la giornata mondiale dello spazio tra due corpi stretti l’uno all’altro. Misteriosamente più grande di tutto quello intorno.

La genialata di Berlusconi è stata cercare il suo successore nel Pd. E lasciarcelo.

Pd, novità per le prossime primarie, potrete votare anche presso le sedi di Forza Italia.

Fonderò presto una mia religione il cui testo sacro sarà basato sulle risposte di Yahoo Answers.

Oggi è la giornata mondiale di chi pensa dopo aver parlato, parla senza aver pensato, sbaglia senza aver provato, prova senza aver capito.

Non fidarti mai di chi non sa scegliere, potrebbe amarti solo per sfuggire al dubbio.

La felicità è nei pochi magici secondi in cui i cereali restano croccanti nel latte prima di diventare poltiglia.

Oggi è la giornata mondiale degli amori vissuti col freno tirato, finisce sempre che il cuore fonde.

Oggi è la giornata mondiale di quando sei costretto a scegliere la più credibile tra le bugie che vogliono venderti. E devi anche pagarla.

Dimenticavo, oggi è anche la giornata mondiale delle palpebre che sanno sostituirsi alle labbra quando si tratta di domandare l’amore.

Se tocchi il cielo con un dito, per sicurezza usa il medio.

Capisci di essere diventato grande quando, invece che guardare dalla finestra, la prima cosa che fai al mattino è fissarti allo specchio.

Dimenticavo, oggi è anche la giornata mondiale di chi riesce a venderti una coltellata sulla schiena come fosse una pacca sulla spalla.

Prima di amare qualcuno accertatevi che non abbia niente contro la felicità. Soprattutto contro la vostra.

Fiat compra Chrysler. Proprio come farebbe ogni automobilista dopo aver comprato Fiat.

Dimenticavo, oggi è anche la giornata mondiale delle scoperte meravigliose che puoi fare se provi per una volta ad amare a occhi chiusi.

Buon compleanno a Gesù. 2013 anni portati alla grande. Praticamente un miracolo.

Oggi è la giornata mondiale di chi riesce a tenerti stretto semplicemente impedendoti di farsi stringere.

Conosco donne così fissate per i preliminari che se dovessero andare nello spazio farebbero partire il conto alla rovescia da 1 miliardo.

Il vero problema è che facciamo troppe cose senza chiederci perché e non ci chiediamo il perché delle troppe cose che non facciamo.

Ovunque è il posto perfetto per essere felici, eppure trovarlo su una mappa é praticamente impossibile.

Dimenticavo, oggi è anche la giornata mondiale delle braccia, uniche catene dalle quale ogni tanto sarebbe meglio non cercare di fuggire.

Perseverare sarà pure diabolico, ma evitare sistematicamente gli errori è disumano.

La strada per il paradiso dei social network è lastricata di buone interazioni.

Oggi è la giornata mondiale di quando si è abbastanza vicini da sentire il bisogno di toccarsi, ma troppo lontani per farlo davvero.

India, la Corte suprema ha deciso: essere gay è un reato. Voglio augurarmi che presto sia universalmente reato anche essere stronzi.

Oggi è la giornata mondiale di quando sei costretto ad arrangiarti provando a essere il tuo unico amico. E riesci persino a tradirti.

Se potessimo ricavare energia dalle promesse fatte senza crederci, il futuro del pianeta sarebbe garantito.

Ho scoperto che il lunedì ha scritto una letterina a Babbo Natale chiedendogli sei giorni in più a settimana. Tremate.

Oggi è la giornata mondiale di chi ti ha concesso di continuare a tenere il cuore nel petto. Portandosi via il segreto per farlo battere.

Ciascuno è il miglior giudice di se stesso. Il problema però è che è anche il più furbo degli imputati.

Capisci che Dio ti piglia per il culo quando comincia dalla a di Andreotti e arriva alla m di #Mandela senza passare per la b di Berlusconi.

Dimenticavo, oggi è anche la giornata mondiale dei cinici che invece dei sogni preferiscono realizzare un cassetto.

Oggi è la giornata mondiale di chi colleziona farfalle anche se nessuno sale mai a vederle.

Ci sono scuole di pensiero che non applicano il numero chiuso. Purtroppo.

Chissà cosa pensano le strade del nostro quotidiano e ottuso andirivieni, loro che sono ovunque senza muoversi mai.

Oggi è la giornata mondiale di chi odia i coltelli e nella piaga preferisce girarci le parole. Che è peggio.

Prima di rinunciare per sempre a qualcuno accertati di poter contare almeno su te stesso.

Tutta la vita dopo le otto del mattino dovrebbe essere pagata come lavoro straordinario.

Oggi è la giornata mondiale di chi nega l’importanza dei sentimenti sperando così di poterne evitare i dolori. E questa è già sofferenza

Buon compleanno a Calisto Tanzi, famoso per il latte. Ma soprattutto per il crollo dei suoi derivati.

Mps, eletto il nuovo Cda: Profumo presidente. Tanto per coprire l’odore del marcio.

Secondo l’ Istat il Pil precipita. E come per Ustica, la colpa non è di nessuno.

La tua libertà finisce dove comincia quella di chi ti ha dato un lavoro. Purtroppo.

Il destino si direbbe il più stupido degli innamorati, continua a starvi addosso nonostante continuiate a non accettarlo così com’è.

– Papà, a che servono i grattacieli?
– A far felici gli ascensori tesoro.

Le bugie hanno le gambe corte. E quindi il baricentro basso. Per questo dribblano meravigliosamente bene.

Oggi è la giornata mondiale di quando qualcuno ti pensa e poi sorride. O di quando sorride e poi ti pensa. Che è persino meglio.

Delle offerte di lavoro mi piace la parte scritta dai fratelli Grimm, quella relativa allo stipendio commisurato alle reali capacità.

Oggi è la giornata mondiale degli indecisi che forse ti amano, probabilmente hanno bisogno di te, certamente sono a letto con qualcun altro.

Riconosci un lunedì dal fatto che è sempre troppo vicino al precedente, ma terribilmente lontano dal successivo.

La felicità esiste. Provate a chiederlo a chi è riuscito finalmente a liberarsi di voi.

Siamo un popolo di peccatori. Però poi nel fioretto riusciamo bene.

Oggi è la giornata mondiale del passato che, come per certe bestie feroci, diventa cattivo se invece di ucciderlo lo ferisci soltanto.

Dimenticavo, oggi è anche la giornata mondiale di tutto quello che non dici a te stesso solo per paura che lo sentano gli altri.

Quando esci da qualcuno in cui hai vissuto a lungo, prima o poi vorrai tornarci. Spera a quel punto che l’affitto non sia triplicato.

Certi cuori sono come il frigorifero. Li apri continuamente anche se sai già che dentro non ci troverai nulla. A parte il freddo.

Twitter è un bel posto, fingi di parlare a te stesso per dire qualcosa a qualcuno che non se ne accorge. E ti risponde uno sconosciuto.
Non sei tu, sono io.

**

NOTA : Per leggere altri autori di Twitter presenti su Aforisticamente clicca a questo link

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Aforismi su Twitter e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...