Scrittori di aforismi su Twitter, Dlavolo

Se su Twitter c’è Dio @lddio, ovviamente non può mancare il suo antagonista il Diavolo, @Dlavolo. A proposito del nickname scelto, in una intervista al blog scorzadilimone, così @Dlavolo spiega la sua scelta: “Amo le sfide, cercavo un personaggio difficile, uno che suscitasse molti preconcetti, per dimostrare che molto spesso le apparenze ingannano. Inoltre il Dlavolo (con la seconda lettera che è una L) mi consente di poter dire tutto ciò voglio senza peli sulla lingua, liberamente. Non avrei mai potuto essere lddio anzi, credo lui invidi la mia libertà di espressione”. La frase preferita di @Dlavolo è “Meglio regnare all’Inferno che servire in Paradiso” (John Milton) e su Twitter si definisce “Signore del male perché non ho mai completato gli studi universitari. Lo avessi fatto: oggi sarei stato il Dottore del Male o l’Ingegnere del Male”.

BeFunky_immagine_dlavolo.jpg

Nel definire i suoi rapporti con @lddio, il suo rivale storico su cui ha scritto molti aforismi e frasi divertenti, @Dlavolo spiega: “Il Diavolo è stato il primo caso di fuga di cervelli dal Paradiso. Sono fuggito, mi sono emancipato e adesso sono a capo di un’azienda tutta mia, la Inferno Srl”. E ancora: “Io e lddio possiamo punzecchiarci, ci divertiamo nel farlo e piace molto ai nostri followers quando iniziamo a litigare pubblicamente. Qualcuno ci ha paragonati a Sandra e Raimondo e devo dire che il paragone calza a pennello. Spesso TENTO di metterlo in difficoltà, ma lui si divincola alla grande…è un Signore, quindi dedico le mie energie nel rubargli tutte le pecorelle smarrite”. Dall’antagonismo di Dio e il Diavolo è nato nel 2012 un ebook intitolato Iddiozie & Diavolerie (terraferma, 2012) che raccoglie i loromigliori tweet e il cui ricavato è stato devoluto alla Scuola Primaria Carlo Alberto Dalla Chiesa di Massa Finalese che ha subìto gravi danni durante il recente terremoto in Emilia.

Il volto delle tenebre dice che ha scelto Twitter “per dimostrare quanto stupidi siano i pregiudizi e quanto spesso ci si fermi alle apparenze, chi mi segue su Twitter sa che non sono così brutto di come mi si vuol dipingere”. E a proposito dei suoi follower dice: “I miei consulenti mi spingono per tentare di avere più followers di lddio, ma io sono per il “Pochi ma buoni” (nda in realtà @Dlavolo ha più di 85.000 follower). Presento una scelta di tweet scritti da @Dlavolo nell’ultimo anno.

@Dlavolo, Tweet scelti

12.04.1633 Galileo Galilei è accusato di eresia. Fortunatamente il Vaticano vanta un sistema giuridico rapido e nel 1992 viene scagionato.

Il Diavolo è nei dettagli, ma anche nell’ultimo gradino delle scale. Quello che non esiste.

Il fatto che il Papa cammini in una macchina con i spessi vetri antiproiettile me la dice lunga sulla sua fede in Dio.

Il lunedì barcollo ed emetto lamenti. Se qualcuno parla me lo mangio. Il lunedì è l’anello di congiunzione tra l’uomo e The Walking Dead.

La febbre del sabato sera.
La convalescenza della domenica pomeriggio.
La depressione del lunedì mattina.

L’amore è cieco. Poi ti sposi e ti tornano tutte le diottrie.

Se Dio avesse detto di chiamarsi “Bargffggghjljkportthgrtyfevbh” avrebbe potuto esserne certo: nessuno avrebbe nominato il suo nome invano.

L’Italia ha la forma di uno stivale: strumento necessario per i calci in culo che ti occorrono per far carriera in questo paese.

A questa classe politica non affiderei nemmeno l’immondizia, figuriamoci la Costituzione…

Condannati a portar se stessi in braccio per l’eternità. È il Girone di chi si prende troppo sul serio.

Il Diavolo è la Smart tra due macchine nel parcheggio del centro commerciale quando t’illude che ci sia ancora un posto libero.

Il Diavolo è la goccia di pioggia che ti cade tra collo e giacca. Quella che ti fa imprecare mentre scende lentamente sulla schiena.

L’Italia: quel paese in cui ci si scandalizza più per un gay in squadra che per un pregiudicato in parlamento.

La Sacra Sindone è di sicuro il primo selfie della storia.

Equitalia, al via la sanatoria.
La dimostrazione che fare i furbi in Italia conviene. Il crimine paga. In ritardo e un po’ di meno.

Il miglior decreto svuota carceri è avere una scuola che funzioni e uno stato che garantisca lavoro.

Le persone che hanno pregiudizi all’Inferno finiscono tutte insieme. Nello stesso posto. Un luogo comune.

Lo Stato taglia gli stipendi agli insegnanti. Entro pochi anni insegneranno gratis. La cultura, del resto, non ha prezzo.

È brutto ricevere regali non graditi. Pensa al sorriso di circostanza quando Maria, scartando i regali dei Re Magi, capì che era mirra.

Sant’Antonio, con tutte quelle catene, è senz’altro il santo più tamarro del Paradiso.

Il Diavolo è nei dettagli, ma anche nei giorni feriali tra i festivi.

Dio è stato l’Architetto dell’Universo. Scelse architettura perché Ingegneria era troppo difficile.

È nato Gesù. Ma secondo me non arriverà a mangiare la colomba.

Cosa ci insegnano i Re Magi?
Che se devi fare un regalo di Natale è meglio che ti organizzi prima, altrimenti fai una figura di merda.

Dio rinnega a tal punto la tecnologia che, da 2000 anni, costringe San Pietro a fargli da portiere pur di non comprare un cazzo di citofono.

I soldi non portano alla felicità, ma male che vada ti lasciano alla fermata prima. Al massimo te la fai a piedi. Tanto sono 5 minuti.

Un giorno cadrà l’ultimo pezzo di muro e, finalmente, gli abitanti di Pompei Ovest potranno ricongiungersi con gli abitanti di Pompei Est.

I pensieri stupidi sono come le puzzette. Ognuno dovrebbe avere la decenza di esternarli solo nella propria intimità.

Le note sono 7 e tutte e 7 giurano che non hanno mai conosciuto Gigi D’Alessio.

I regali richiesti dei bambini per Natale saranno talmente originali che Babbo Natale dovrà ordinarli tutti alla Foxconn.

La Bibbia e la politica insegnano: si costruisce un proprio Paradiso solo facendo vivere tante persone all’Inferno.

Il fisco è come l’allarme dei dispositivi antitaccheggio. Dovrebbe perseguitare i delinquenti e invece rompe le palle solo agli onesti.

Dio non sa cucinare e mette sempre poco sale nella zucca.

Tutti sanno che il proprio cervello è un computer spettacolare. In pochi conoscono la password di accesso.

La favola di Pinocchio la trovo spettacolare: un grillo che parla e un burattino che ascolta.

Quando vedo un tuitt perfetto in TL…è più forte di me…lo traduco in inglese, lo cerco su Google e lo trovo! Non ho mai sbagliato.

Sei odioso come il primo bottone della camicia.

Fu appena Dio disse:«Luce!» che un’orda di anziani era già pronta per mettersi in fila alle poste e negli studi dei medici.

Il Governo annuncia buste paga più pesanti.
Saranno stampate con caratteri in grassetto.

Quando Dio distribuiva: bellezza, eleganza e intelligenza, Calderoli era in fila a comprare la cravatta verde.

Fu mentre Dio, sul Monte Sinai, pronunciava le parole “Non rubare” che io, sul Monte Citorio, insegnavo ai politici a non dargli retta.

I canoni di bellezza cambiano continuamente.
Ricordalo prima di tirartela: tra un paio di secoli ti considereranno un cesso.

Se Dio fosse stato davvero un essere giusto, oltre ai cibi che fanno ingrassare, avrebbe dovuto inventare anche quelli che fanno dimagrire.

Pensa che tristezza essere il figlio di un leghista. Scoprire in adolescenza che non esiste né Babbo Natale, né la Padania.

Oggi, come vent’anni fa, c’è crisi e i politici sono corrotti. Non è masochismo: è che amiamo il vintage.

Gli italiani danno il meglio di sé quando sono in difficoltà.
È per questo che i politici si sforzano di renderlo un paese peggiore.

Ci sono più gradi di giudizio nei processi italiani che gradini nelle scale per il paradiso.

La Terra gira su se stessa, la Luna intorno la Terra, entrambe intorno al Sole. Morale: se ti girano le palle sei in sintonia con l’Universo

I cattivi dimostrano, giorno dopo giorno, che il cuore è come i reni: si può viver bene senza averne uno.

Il fatto stesso che Dio abbia fornito l’uomo di sole due guance è la dimostrazione che si può perdonare solo due volte.

Il Diavolo è nella dannata firma che ti riesce perfetta quando cazzeggi sui fogli a lavoro e che viene da schifo sui documenti importanti.

Alcuni politici sono come gli escrementi sui soffitti dei bagni pubblici: non capirai mai come abbiano fatto ad arrivare così in alto.

Vacanza è quando non ricordi più che giorno sia e non sei affetto da Alzheimer.

I sensi sono 6: gusto, olfatto, udito, vista, tatto e il senso dell’umorismo.
Ma quest’ultimo manca a parecchi.

Bollino nero sulle autostrade nel weekend.
Come si fa a pretendere la partenza intelligente da un popolo che vota Berlusconi da vent’anni?

Fosse stato davvero Onnipotente, avrebbe realizzato tutto in un giorno, riposato per sei e l’uomo avrebbe avuto: 1 lunedì e 6 domeniche.

Chi ha le palle quadrate dovrebbe farsi visitare da un andrologo, uno bravo.

Anche a Dio non piace il lunedì. Fu per questo che il 1° giorno creò lo spazio e lo riempì di palle che girano.

Il sesso è una connessione plug’n’play necessaria per la sincronizzazione di due individui.

La cattiva politica è come il veleno: assunta in modiche quantità, col tempo, inizia ad essere tollerata.

Saldare i conti col passato: tornare nella clinica in cui si è nati e restituire lo schiaffo al ginecologo.

Sul cuore deve esserci una linea tratteggiata come quella dei salatini: troppo facile spezzarlo.

Sono stato lo spermatozoo più veloce.
È l’aver dato tutto all’inizio che mi ha fregato. Ora sguazzo nella pigrizia.

Dio ha lo stesso senso dell’umorismo dei professori: ti mette sempre alla prova sull’argomento in cui non sei preparato.

Nel 900 in libreria trovavi: Svevo, Pirandello, Levi, Moravia.
Oggi Moccia e Barbara D’Urso.
Evoluzione: lo stai facendo nel modo sbagliato.

Se Dio è luce, allora il Diavolo è stato il primo cliente a cambiare gestore energetico.

L’Inferno è un social network.
Il Paradiso un forum con un solo moderatore che applica, selvaggiamente, la politica del ban.

Sono due i campanelli che odio di più:
– Quello fatto suonare dai testimoni di Geova;
– Quello di Bruno Vespa.

Vendi l’anima al Diavolo! Ti diverti adesso e inizi a pagare nell’aldilà. Tan 6,66% Taeg 66,6% Aut.Min.Ric.

Dio ti salva…ma per la legge sulla privacy, dopo una settantina di anni, ti cancella.

Nell’Italia di oggi Leonardo Da Vinci, al massimo, sarebbe stato assunto in un call center.

Nell’Italia di oggi Giuseppe Verdi, al massimo, avrebbe suonato ai matrimoni accompagnato da un cantante neomelodico.

La Toyota richiama le auto difettose; Mercedes richiama le auto difettose; Perché Dio non prende esempio e richiama tutte le teste di cazzo?

Nella parola “IO” è racchiuso il significato della vita. Come un codice binario ad ognuno è data la scelta di essere un 1 o uno 0.

Il fatto che,dopo la cacciata dal Paradiso, Dio abbia disegnato sulla mia testa un paio di corna, fa di lui una divinità infantile e immatura.

Gli amici veri sono come le banconote da 500 Euro: la leggenda ne narra l’esistenza, ma io non ci credo, mai visti.

Il problema non è Schettino, ma il fatto che vi sia uno Schettino a capo di ogni realtà lavorativa, per questo l’Italia affonda.

Babbo Natale resta, al momento, l’unica persona a cui Berlusconi non abbia dato del comunista, anche se palesemente vestito di rosso.

Il corpo umano non è una macchina perfetta: lo fosse stata davvero avrebbe dovuto avere dieci diti medi e non solo due, due sono pochi.

La dannazione eterna è comunque più corta della serie Beautiful.

Ma perché la Nasa cerca con tutte le forze forme di vita intelligente negli altri pianeti. Non può cercarle sulla terra?

Il Dlavolo è l’unico che investe soldi in Italia: perché è un Inferno fiscale.

Dio ha creato prima l’uomo e poi la donna.
Regola universale: si mette in bella ciò che di buono c’era in brutta copia.

L’unico uomo che non aveva mai commesso peccati, è finito crocefisso. Meglio peccare a questo punto.

Cristo si è fermato ad Eboli perché facevano dell’ottima mozzarella di bufala.

Hai avuto da Dio la tua anima, gratis, la rivendi a me al prezzo che stabilisci, direi che sei portato per gli affari.

**

NOTA: Per leggere altri autori di Twitter presenti su Aforisticamente clicca a questo link

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Aforismi su Twitter e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...