Scrittori di aforismi su Twitter, David_IsayBlog

Un autore che seguo con molto interesse su Twitter è @David_IsayBlog, finalista al Tweet Awards 2013. Il suo vero nome è David Di Tivoli, imprenditore Cofounder & Director di IsayBlog, testata editoriale che conta oltre 120 blog monotematici fra cui Geekissimo e TheAppleLounge.

david_isayblog.jpg

@David_IsayBlog dice di essersi iscritto a Twitter perchè costa meno dello psicologo e in una intervista a Davide Licordari spiega il suo punto di vista su questo social network: “Twitter è un canale dove vince la sintesi, il perfezionismo, l’equilibrio, l’intensità. E’ anche esperimento, esercizio, ed è anche un gioco, basti pensare alla nascita estemporanea di hashtag dove centinaia di tweeps si cimentano nel tweet divertente. Infine, Twitter è un piccolo palcoscenico, dove ognuno ha il suo piccolo pubblico, formato dai followers. Se il tweet è figo lo retwittano, se fa schifo ti insultano. Ma nell’ultimo caso lo cancelli e sostieni di non averlo mai scritto, o fingi che qualcuno ti abbia rubato la password. Nel mio caso, do la responsabilità alla mia ragazza immaginaria”.

@David_IsayBlog, che nella sua pagina Facebook si definisce “un battutista molto scemo”, commentando la scrittura dei suoi tweet dice: “Io cerco di puntare sull’elemento sorpresa, sul controsenso, sul paradosso. La battuta deve far ridere, e spesso vedo giochi di parole di grande finezza, che trasudano intelligenza, ma che non ti provocano la risata. Io sono meno ricercato e più concreto. Immagino il follower intento a bere qualcosa, che legge un mio tweet e sputa il vino sul monitor. Rende?”.

I Tweet di @David_IsayBlog sono irriverenti e anticonformisti, talora anche dissacranti (non a caso l’autore è uno degli ideatori del blog Dissacration, sito di video esilaranti che rompono gli schemi ed escono dall’ordinario). E a proposito del fenomeno dell’essere una star su Twitter commenta ironicamente: “Mi seguite in 80mila! E’ incredibile come in così poco tempo si possa passare dall’essere nessuno, all’essere nessuno con 80mila follower”. E anche: “Per essere una stella dei social network, devi diventare una meteora della vita sociale”. Presento una selezione di tweet di @David_IsayBlog apparsi nell’ultimo anno.

**

@David_IsayBlog, Tweet scelti

Mi è caduta la tastiera e per sbaglio ho scritto un libro di Fabio Volo.

Chissà se il vaccino per l’aids o la cura per il cancro non sono rinchiusi nella testa di qualcuno che non può permettersi di studiare.

Sono convinto che quelli che abbreviano “comunque” con “cmq” facciano un sacco di cose fighissime col tempo risparmiato.

Il Nobel della Pace andrebbe dato a quelli che riescono a far ridere chi non ha nessun motivo per ridere.

Se questa sera cadete, è una stella che ha espresso un desiderio.

Incidente in motorino per Fiorello. “Sta bene, fiùùù”, sento dire. Ammiro come vi disinteressate completamente dello sconosciuto investito.

Donne, non rimanete vergini, altrimenti nell’aldilà dovrete andare a letto coi terroristi arabi.

Mio cugino ha fatto il provino per la Juve, ma non aveva dei capelli di merda e l’hanno scartato.

Ho appena fatto sesso! Ok non era proprio sesso, era sesso orale. Vabbe, era un bacio. No dai, ci siamo abbracciati. Ok ci siamo dati il 5.

L’Italia è quel paese dove finisci di studiare e ti ritiri dal mondo del lavoro nello stesso momento.

Diffidate da quelle forme di vita che di domenica alle 9 sono fuori i centri commerciali ad attendere che aprano.

E’ amore quando le hai scritto 1000 messaggi. E non glieli hai mai spediti.

Prima di dire che tutte quelle email di Viagra e Allungamento del Pene siano spam, verifica che non le abbia inviate tua moglie di nascosto.

Ho nostalgia dei vecchi cellulari. Sarà che in un cassetto che non aprivo da nove anni, ho trovato un Nokia 3310 con due tacche di batteria.

Sei contro la sperimentazione animale?
Da oggi, per coerenza, evita l’assunzione di:
Moment, Augmentin, Aspirina, Aulin e TUTTI gli altri.

Ricordo ancora la prima volta che ho fatto sesso, e anche la seconda. Lei non aveva il resto e lo abbiamo fatto due volte.

Non capiremo mai l’importanza delle lingue, finché su Star Trek continueranno a farci credere che in tutte le galassie si parla italiano.

Mi seguite in 80mila!
E’ incredibile come in così poco tempo si possa passare dall’essere nessuno, all’essere nessuno con 80mila follower.

Capisci che su Twitter sei qualcuno, quando ti chiedono l’autografo mentre sei in fila all’ufficio di collocamento per trovare lavoro.

Capisci che sei veramente solo quando la batteria del tuo iPhone dura più di 15 ore.

C’è una cosa che funziona meglio dello psicologo. E’ guidare con la musica a tutto volume.

Se sei triste pensa a chi sta peggio. Tipo quegli alberi che impiegano millenni per crescere, e poi diventano libri di Fabio Volo.

Le cose più belle della vita sono quelle di cui non senti il bisogno di condividerle su Twitter e Facebook.

Sei innamorato, quando di una persona ami più i difetti dei pregi.

Stanotte riporteremo le lancette indietro.
Se potessi, le riporterei al 1936, e regalerei al papà di Berlusconi un preservativo.

Quelli che si vantano di essere famosi su Twitter, sono gli stessi che se fanno il pubblico a Domenica In, dicono “Io lavoro in TV”.

Sei innamorato, quando di una persona ami cose che in altre odi.

In fondo Twitter è riuscito nella missione più difficile: far apprezzare ai suoi utenti i semafori rossi.

C’è una sottile linea tra l’amare qualcuno e il distruggere se stessi.

Vorrei reincarnarmi nello Stato italiano. Non farei nulla ed avrei diritto al 50% di ciò che guadagnate voi.

Prima di entrare all’inferno ti leggono tutti i tweet di Flavia Vento.

Invecchiare significa accettare che un giorno tu morirai e Berlusconi sarà ancora in politica.

Ha fatto piangere più gente Maria De Filippi che Totò Riina. #cepostaperte

Se ami qualcuno, non cambiarlo. Piuttosto, completalo.

Psicologia degli utenti Twitter:
“Chi ha meno follower di me è un fallito, e chi ne ha più di me è un fallito senza una vita sociale”.

Obama, che si accinge a bombardare il sesto paese, ha ottenuto il Nobel per la Pace.
Fossi Assad allora pretenderei quello per la Chimica.

I vestiti partoriscono. E’ l’unica spiegazione al fatto che a fine vacanza la roba non entra più in valigia.

La donna dice “No, sono sposata” e pensa “Non voglio, sono sposata”.
L’uomo dice “No, sono sposato” e pensa “Non posso, sono sposato”.

“Amore non ti amo più”
“E come fai a dirlo???”
“Ho cagato le farfalle”

Quando ero piccolo, il mio social network si chiamava “I giardinetti”.

“E il settimo giorno, Dio si riposò”.
No, il sesto giorno Dio creò la donna. E si incantò a guardarla, fino al giorno successivo.

Ho visto una stella cadente, e come desiderio ho espresso quello di annullare le vostre richieste. Mi dispiace.

Sui leggins dovrebbe esserci scritto ciò che c’è scritto sugli ascensori:
“Non superare i 180kg”.

Ricordate quando c’erano cose più importanti di Berlusconi? Neanche io.

Twitter è odiare qualcuno che non conosci perché te ne ha parlato male qualcuno che non lo conosce.

Il cervello è un organo fantastico. Comincia a funzionare quando ti svegli, e non smette finché non incontri qualcuno che ti piace.

Il brutto dell’estate, sono le cicale che di notte continuano a retwittarsi a vicenda.

Dopo il sesso adoro dare piccoli morsi sul collo della mia ragazza. E’ l’unico modo per sgonfiarla velocemente.

Io non ho problemi con la gente che pensa in grande. Ho problemi con la gente che pensa in maiuscolo.

Se Darwin avesse studiato la gente che gira nel primo giorno di saldi, avrebbe bruciato tutte le sue teorie e si sarebbe suicidato.

Un’ossessione è qualcuno che rimane nella tua testa più di quanto è stato nella tua vita.

Se una donna deve andarsene di casa ci mette tre minuti a fare la valigia. Se invece deve andare in vacanza, non basta una settimana.

Capisci che è arrivata l’estate quando riesci a sederti sulla tazza del water direttamente, senza dover trovare escamotage per riscaldarla.

Se una donna ti dice “Dobbiamo parlare”, stai tranquillo. Non ti farà aprire bocca.

90mila siriani uccisi in pochi mesi. Assad, tu di civile hai solo la guerra.

La mia ragazza mi ha chiesto di spiegarle Twitter.
Così ci siamo insultati senza picchiarci e ci siamo detti porcherie senza fare sesso.

Per essere una stella dei social network, devi diventare una meteora della vita sociale.

Una volta ero povero, poi comprai uno Zanichelli. Ora sono miserabile, gramo, bisognoso, mendicante, squattrinato, indigente, nullatenente.

Quelli che sostengono che i libri sono meglio dei film, non sanno che esiste l’autobiografia di Rocco Siffredi.

Fermo e Lucia, Romeo e Giulietta, Batman e Robin, io e la Nutella.

Per la sua festa, fai alla tua mamma il regalo che ha sempre desiderato: vattene di casa.

Dicono “Ho un amico di colore”, “Ho un amico gay”, “Ho un amico ebreo”. Probabilmente sono antico perché io li chiamo semplicemente “amici”.

C’è solo un modo per attrarre una donna: essere te stesso. Oppure essere una scarpa.

Facebook è la seconda parola che comincia con la F più popolare tra gli italiani.

Twitter è quel posto dove sembra che nessuno ti legga. Finchè non fai un errore di ortografia.

A primavera la gente starnutisce e le ascelle puzzano. Sarebbe giusto che la gente starnutisse in faccia a quelli a cui puzzano le ascelle.

Alcune persone sono come il vino: più invecchiano e più diventano migliori. Altre sono come il latte: ti scadono dopo 4 giorni.

Napolitano rieletto. Prandelli riconvoca Zoff.

Osservando una stella, vediamo una luce di milioni di anni fa. Ciò significa che se ci spiano da una stella vedono i dinosauri.

Il momento più bello degli album di Gigi D’Alessio sono i 2 secondi di silenzio tra una canzone e l’altra.

Mi hanno regalato un Kindle. Sarò tradizionalista, ma mi manca il profumo e la sensazione al tatto del mio vecchio iPad.

I neolaureati, nel discorso post-laurea, invece di ringraziare mamma e papà dovrebbero ringraziare Google e Wikipedia.

Sei veramente 2.0 se ti capita di sentire il flusso di una vena e lo scambi con la vibrazione del tuo smartphone.

Facebook: il luogo dove le persone annunciano al mondo i loro problemi, ma non la persona con cui hanno avuto il problema.

Le donne vivono di più degli uomini perché generalmente non sposano le donne.

La cosa brutta dell’amore è che non puoi controllarlo. La cosa bella dell’amore è che non puoi controllarlo.

Quasi dimenticavo:
Buon Compleanno ad 1/365esimo di voi!

**

NOTA: Per altri autori di Twitter presenti su Aforisticamente clicca a questo link

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Aforismi su Twitter e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...