L’aforisma in Finlandia, Eero Suvilehto

Come ho scritto più volte, la Finlandia è uno dei paesi europei con il maggior numero di aforisti grazie all’impulso dell’Associazione Aforistica Finlandese che dal 2005, sotto la presidenza di Sami Feiring, svolge una intensa attività di promozione e diffusione del genere aforistico attraverso numerose iniziative che si possono leggere anche sul sito stesso dell’associazione.

Tra gli scrittori finlandesi di aforismi vorrei segnalare Eero Suvilehto che è nato nel 1947 a Pyhäjärvi e che attualmente (dopo essere stato lettore di lingua finnica presso le università di Sofia e Reykjavík e “visiting professor” di letteratura finnica presso l’università di Vienna) risiede a Oulu dove lavora come professore associato di letteratura, esercitando anche l’attività di interprete e logopedista. A partire dal 1976 ha pubblicato diverse centinaia di poesie, aforismi, racconti, articoli, saggi e traduzioni. Le sue poesie e i suoi aforismi sono stati tradotti in diverse lingue e sono apparsi in alcune antologie. A titolo di aneddoto, Eero Suvilehto è stato anche un campione di lotta greco-romana, ottenenendo una medaglia d’oro nei campionati nordici del 1972.

Eero Suvilehto in una foto di Katja Suvilehto (per gentile concessione dell'autore)

Come scrittore di aforismi Eero Suvilehto ha pubblicato i seguenti libri: Yksinäiset jumalat (runoja ja aforismeja, 1993, Atena), Avattava varovasti (aforismeja, 1998, Atena), Kysyi sammakko tietä (aforismeja, 2007, Puntsi), Maailmanpyörää polkemassa (runoja ja aforismeja, 2010, Vihreä kettu). A proposito dell’aforisma afferma: “La gente ha bisogno di guardare dietro la cortina di nebbia. L’aforisma riassume e chiarisce la visione del mondo. L’aforisma è lo splendore della mente nella strettoia della parola”.

Presento per la prima volta al lettore italiano una selezione di aforismi di Eero Suvilehto. Ringrazio Laura Casati, insegnante di italiano nella città di Jyväskylä, per la traduzione:

**

Eero Suvilehto , Aforismi scelti

Rajat estävät köyhiä tulemasta, eivät rikkaita lähtemästä.

I confini impediscono ai poveri di entrare dentro, non ai ricchi di uscire.

**

Elämän teatterissa ojaavat näyttelijät.

Nel teatro della vita è l’attore che dirige.

**

Kaikki sanottu, mutta ei kaikille.

Tutto è stato detto, ma non a chiunque.

**

Myytti yksilöstä pitää lauman läjässä.

Il mito dell’individualità tiene insieme tutto il gregge.

**

Lapset ovat ihmiskunnan yritys viisastua.

I bambini sono il tentativo dell’uomo di diventare più saggio.

**

Lapsi kysyy, vastaat elämälläsi.

Il bambino chiede, tu rispondi con la tua vita.

**

Selkään taputtelijoita, puukonkin kanssa.

Ti dà una pacca sulla spalla, preferibilmente con un coltello.

**

Ei kuningas jumalaa tarvitse vaan uskovia.

Il re non ha bisogno di Dio, ma di credenti.

**

Isänmaa vahtii rajojaan. Äiti Maa on auki kaikille.

La terra patria sorveglia i propri confini. La terra madre è aperta a tutti.

**

Kirjaimet mustia kaltereita. Katsele näiden läpi.

Le lettere sono come sbarre nere. Ci si deve guardare attraverso.

**

Sateessa oltiin kaikki sukulaisia. Nyt jokaisella oma varjonsa.

Sotto la pioggia eravamo tutti più vicini. Adesso ognuno ha la sua ombra.

**

Aina joku vikkelämpi viikinki ennen virallista Kolumbusta.

C’è stato sempre qualche vichingo rapido come il vento prima del funzionario Colombo.

**

Kirjakieli. Etnisen puhdistuksen sivistynyt muoto.

L’uso della lingua scritta. Un modo civile di fare pulizia etnica.

**

Tiedolla on kysyntää, mutta ymmärrys ei ole kaupan.

La conoscenza è molto richiesta, ma la comprensione non è in vendita.

**
Aurinko, varjoteatterin johtaja, ei näe alaisiaan.

Il sole, direttore del teatro delle ombre, non vede mai i suoi subordinati.

**
Silmät avautuivat, kun kädet sidottiin

Gli occhi si aprono solo quando si legano le mani.

**
Todellisuus kuin villi lapsi. Sanoo nimensä ja juoksee piiloon.

La realtà è un bambino scontroso. Dice il proprio nome ma poi si nasconde.

**

Luonto ei väisty edes hautamme vertaa. Tunkee sinnekin mukaan.

La natura non si può evitare nemmeno nella bara. Ci raggiunge anche lí.

**

Luonnon kanssa ei mennä naimisiin eikä siitä erota.

Con la natura non ci si sposa né da essa ci si separa.

**

Viikonloppuromansseja luonnon kanssa. Kukahan pettää ketä?

Un weekend nella natura. Chi inganna chi?

**
Enemmän tuuli kuin ihminen puiden puolesta puhuu.

Agli alberi parla più il vento che l’uomo.

**

Jumalten hännystelijöitä ei pidä luulla enkeleiksi.

Gli adulatori di Dio non devono essere scambiati per angeli.

**

Jos olisi kiviset silmät, näkisimme kuinka vuoret virtaavat.

Se avessimo occhi di pietra, vedremmo come si muovono le montagne.

**

Sanat ajautuvat paperille, pakolaisina rantaan.

Le parole finiscono sulla carta, come i profughi sulla riva.

**

Kun ajatus ei myy, kaupataan kasvoja.

Quando i pensieri non si vendono, si offrono in vendita i volti.

**

Jumalat lähtivät. Jäi markkinavoimien armo.

Ora che gli Dei se ne sono andati, non rimane che la salvezza del Dio mercato.

**
Avattava varovasti. Tämä kirja lukee sinua.

Da aprire con cautela. Questo libro ti legge.

**

Kiitos pölyhiukkasista, kiireinen matkamies. Näin niissä auringon.

Viaggiatore frettoloso, grazie della tua nuvola di polvere. In essa ho visto il sole.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in L'aforisma in Finlandia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...