L’aforisma in Russia, Vladimir Kolechitsky

Vladimir Kolechitsky (in cirillico Владимир Колечицкий) nasce nel 1938 a Mosca (“Ho passato la prima metà della mia vita adulta nel culto del comunismo, la seconda in un’epoca di stagnazione. E’ ora di iniziare a vivere!” scrive di sé). Si laurea presso la Facoltà di giornalismo e dal 1972 diventa membro dell’Unione degli scrittori russi. I suoi aforismi sono apparsi su varie riviste (in particolare sulla rivista НАША УЛИЦА) e diverse antologie tra cui quella curata da Sergei Sidorov (Presidente del Circolo Aforistico di Mosca). Vladimir Kolechitsky ha anche pubblicato tre sillogi aforistiche: “Запретные плоды раздумий“, “Спиной к эпохе” e “ООО Времена, ООО Нравы“. Un quatro libro di aforismi “Нюансы” è in attesa di stampa.

A proposito della brevità Vladimir Kolechitsky scrive: “Quando ho imparato a leggere, ho appreso che per i 10 comandamenti si utilizzavano circa 300 parole. Per la Dichiarazione di Indipendenza siamo già arrivati a 1500 parole. E uno dei rappporti sulla fissazione dei nuovi prezzi del carbone negli Stati Uniti contiene ben 26811 parole! Mi sono reso conto che le persone diventano loquaci. Ho giurato di alleviare le sofferenze dell’umanità e non scrivere pezzi lunghi. Per l’amore del prossimo ho deciso di scrivere aforismi”.

Presento al lettore italiano una selezione di aforismi di Vladimir Kolechitsky. Ringrazio Masha Irtyuga, studiosa di letteratura italiana e traduttrice dal russo, per avermi aiutato nella traduzione:

**

Vladimir Kolechitsky, aforismi scelti

Лучшее место под солнцем — теневая экономика.

Il miglior posto al sole – l’economia sommersa.

**

Россия — это одна шестая часть света и пять шестых тьмы.

La Russia – è un sesto del mondo e cinque sesti delle tenebre.

**

Лозунг эпохи Каина: “Все люди – братья!”

Lo slogan dell’era di Caino: “Tutti gli uomini – fratelli!”

**

Политика – опиум для нар. Телевидение – шприц.

La politica – l’oppio dei popoli. La televisione – la siringa.

**

Как много говорящих попугаев на ветвях власти!

Quanti pappagalli parlano sul ramo del governo!

**

Постоянно приподнятое настроение бывает только у висельника.

Uno stato d’animo elevato conduce direttamente all’impiccagione.

**

Весь мир у ваших ног — не вытирайте их об него!

Il mondo intero è ai vostri piedi – ma non pulitevi i piedi su di esso!

**

У нас только свободная пресса. Вся остальная запрешена.

Abbiamo una sola stampa libera. Tutte le altre sono vietate.

**

У страха глаза велики, да ничего не видят.

La paura ha degli occhi enormi, ma non vede niente.

**

Найти смысл жизни — это счастье, найти счастье в жизни — это смысл.

Trovare il senso della vita – questa è la felicità, trovare la felicità nella vita – questo il senso.

**

Если вы куете свое счастье, соседи не спят.

Se stai forgiando la tua fortuna, i vicini non dormiranno.

**

Сатира подобна блохе: во-первых, кусает, во-вторых, интернациональна, в-третьих, часто под ногтем.

La satira è come una pulce: in primo luogo, morde, in secondo luogo è internazionale, in terzo luogo si nasconde sotto un’unghia.

**

Инфляция: золото звезд переходит в бронзу памятников.

L’inflazione: la stella d’oro si trasforma nel bronzo dei monumenti.

**

Вот мы и дожили до лучших времен. Жаль только что лучшее – враг хорошего.

Viviamo per vedere tempi migliori. L’unico peccato è che il meglio è nemico del bene.

**

Змей — символ мудрости: он помог нам расстаться с веком невинности.

Il Serpente è il simbolo della saggezza, perché ci ha aiutato a lasciare il secolo dell’innocenza.

**

Кто рубит сук, на котором сидит, тот еще не спустился с дерева.

Chi taglia il ramo su cui siede, non è ancora sceso dall’albero.

**

Ничто так не торопит, как вечность.

Non c’è niente che va così di fretta come l’eternità.

**

**

Сизифы не знают эпохи застоя.

Sisifo non ha conosciuto l’epoca della stagnazione.

**

Пьедесталы придумали карлики.

I piedistalli sono stati inventati dai nani.

**

Руки бы оторвать тому, кто плетет потребительские корзины для народа!

Sarebbe giusto togliere le mani a quelli che intrecciano i panieri della popolazione!

**

Самое громкое эхо — у молчания.

Gli echi più clamorosi – sono del silenzio.

**

С прискорбием сообщаем, что число умирающих от смеха приближается к нулю.

Si annuncia con profondo rammarico che il numero di coloro che muoiono dalle risate è vicino allo zero.

**

Главное, чтобы пьяные от счастья – не трезвели.

L’importante è che gli ubriachi dalla felicità non diventino sobri.

**

Как легко обольстить нацию, назвав ее великой.

Come è facile sedurre una nazione chiamandola grande.

**

Как помолодели наши вожди: мы отвыкаем от торжественных погребений!

Come sono ringiovaniti i nostri capi! Non eravamo più abituati al cerimoniale della sepoltura!

**

Частые взрывы энтузиазма сделали нацию контуженной.

I frequenti scoppi di entusiasmo hanno reso una nazione traumatizzata.

**

Раньше все было лучше. Даже инквизиция была святой.

Prima tutto era meglio. Anche l’Inquisizione era santa.

**

Трон и унитаз побратимы: их удел общаться с задом.

Trono e servizi igienici sono uguali: il loro destino è di comunicare con la schiena.

**

На Красной площади опять праздник. Когда же он придет на нашу улицу?!

La Piazza Rossa è di nuovo in festa. Quando toccherà alla nostra via?!

**

Каждому триумфу — новые ворота!

Ogni trionfo – una nuova porta!

**

Надежда обречена на одиночество, поскольку умирает последней.

La speranza è condannata alla solitudine, essa è l’ultima a morire.

**

Памятник – это бессмертие в птичьем помете.

Un monumento – immortalato nello sterco degli uccelli.

**

Вставай, страна огромная, с мозолистых колен!

Alzati, grande paese, dalle ginocchia callose!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in L'aforisma in Russia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

5 risposte a L’aforisma in Russia, Vladimir Kolechitsky

  1. Giuseppe Savarino ha detto:

    Un autentico cesellatore di parole.
    Un artigiano della sintesi, limpido e in qualche modo rude, come si confà a un buon russo che si rispetti (pregiudizi a parte).

  2. Ottimo blog che non conoscevo, molto interessanti gli aforismi russi per la loro ironica tipologia.
    Adoro l’ironia, la riverso nelle mie filastrocche quando voglio garbatamente protestare sulle cose
    che non mi tornano.
    Grazie per il simpatico blog, ogni tanto verrò a scuriosare con diletto e piacere.
    Vivi complimenti
    M. Teresa

  3. fabriziocaramagna ha detto:

    Grazie a Lei gentile Teresa. In effetti tra gli oltre 10.000 blog letterari sparsi nella rete non è facile trovarmi…

  4. Ho letto con piacere che Lei ha pubblicato con la Casa Editrice Genesi.
    Sandro Gross-Pietro e la moglie Eleonora sono miei cari amici, conosciuti al Premio Letterario Camaiore. Loro mi hanno inclusa nell’Antologia “Vernice”.
    Le auguro ogni successo, non ricordo chi scrisse:-
    ” L’ironia è la buona educazione dei disperati”, oggi con l’aria che tira con tale motto, mi sento in carattere.

  5. fabriziocaramagna ha detto:

    “L’ironia è la buona educazione dei disperati”. Mi piace!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...