Premi letterari e associazioni nell’aforistica polacca. Verso una prima mappa europea

L’aforisma in Polonia è un genere davvero vitale, ma anche ricco di contraddizioni. (si veda l’articolo di Wojciech Wiercioch sull’aforistica polacca contemporanea, dove alcuni passi potrebbero essere il manifesto del mio blog!).

Così può succedere che da una parte gli scrittori polacchi di aforismi vengano tranquillamente ignorati sia dalla grande editoria (l’unico editore che ha una collana aforistica è “Miniatura z Krakowa”) sia dalla critica letteraria (“qualcosa che non è degno di attenzione e di recensione” scrive Wojciech Wiercioch, nonostante il più celebre aforista polacco, S.J. Lec, abbia avuto il merito di far conoscere la letteratura polacca oltreconfine). Mentre dall’altra qualunque appassionato del genere – che decidesse di approfondire l’aforisma polacco – si stupirebbe di fronte alle tantissime iniziative, premi letterari e antologie dedicate al genere. 

Nell’articolo su Mieczysław Kozłowski ho citato le due più importanti antologie: l’antologia di Joachim Glensk  (Wspólczesna aforystyka polska: Antologia 1945-1984) e quella di Danuta e Wlodzimierz Maslowski (Księga aforystyki polskiej XXI wieku – Potęga myśli), oltre 500 pagine con più di 100 aforisti polacchi contemporanei. Ma l’elenco è lunghissimo. Cito altre antologie:

“Aforyzmy o aforyzmach”, Opole 1991;
“O miłości wszelakiej”, Wrocław 1995;
“Wielka Encyklopedia Aforyzmów”, Wrocław 1995;
“Z kobietą nie ma żartów”, Warszawa 2000;
“Aforyzmy polskie”, Kęty 2001;
“Wokół haiku”, Zielona Góra 2002;
“Fraszki polskie”. Kęty 2002;
“Księga aforyzmów”, Warszawa 2004;
“Wielka księga myśli polskiej”, Warszawa 2005;
“Z fraszką przez stulecia”, Kęty 2005.

Sono davvero tanti in Polonia anche i premi letterari dedicati all’aforisma e all’epigramma (l’epigramma è un componimento in versi che si distingue per la sua brevità e satira. In Italia è un genere del tutto in disuso, mentre in Polonia è un genere ancora molto praticato. Lo stesso Stanislaw Jerzy Lec ha composto molti epigrammi, mai tradotti in Italia).

Nel blog polacco di Jam Migielicz è riportato un lungo elenco di premi dedicati al genere della satira, e all’interno di essi ci sono alcuni premi specifici per l’aforisma e l’epigramma. Al seguente link si trova il lungo elenco:

http://jmigielicz.blogspot.com/p/lauraci-konkursow-satyrycznych-2010.html

Tra i premi più importanti vorrei segnalare il concorso letterario dedicato al grande aforista S.J. Lec che quest’anno è giunto alla dodicesima edizione, “XII Ogólnopolskiego Konkursu Literackiego im. Jerzego Leca“. Il premio si svolge nella città di Nowy Targ e ha in giuria nomi illustri tra cui Krzysztof Lisowski, che è un importante poeta polacco e Szczepan Sadurski, che è un importante scrittore satirico polacco e gestisce Sadurski, il sito più importante sulla satira e sull’umorismo in Polonia .

Ecco il link

http://www.mok.nowytarg.pl/index.php?option=com_content&view=article&id=147&Itemid=140&lang=pl

L’elenco dei vincitori

http://www.mok.nowytarg.pl/media/user/pliki/lec2010_wyniki.pdf

E l’archivio storico del premio

http://www.mok.nowytarg.pl/index.php?option=com_content&view=article&id=154&Itemid=152&lang=pl

Ad organizzare il premio è il centro culturale municipale della città di Nowy Targ “Miejski Ośrodek Kultury Nowi Targ“. Il premio, che nel 2010 è giunto alla dodicesima edizione, è stato fondato nel 1999 da Wojciech Wiercioch che è anche anche il fondatore e Presidente della “Associazione Aforistica Polacca”, “Stowarzyszenie Aforystów Polskich”  (nel bel blog di Wojciech Wiercioch non ci sono riferimenti alla attività della associazione, ma si trovano numerosi articoli sull’aforistica polacca).

Un altro premio importante è il Satyrbia, quest’anno giunto alla undecesima edizione “XI Ogólnopolski Konkurs na Aforyzm i Fraszkę Satyrbia 2010“, organizzato dall’Associazione insegnanti di Bialystok, “Nauczycielski Klub Literacki w Białymstoku“, la cui giuria è presieduta da Joseph Bułatowicz. Si vedano i due link:

http://www.podlaski.znp.edu.pl/index.php?option=com_content&task=view&id=103&Itemid=40

http://www.podlaski.znp.edu.pl/index.php?option=com_content&task=view&id=104&Itemid=40

Con questo articolo inizia a delinearsi una mappa più completa degli eventi dedicati all’aforisma in Europa. In alcuni paesi come la Serbia e la Polonia e la Finlandia questi eventi sono senz’altro più numerosi. Della Polonia ho detto. Per la Serbia cito (tra le decine e decine di premi ed eventi aforistici) il Satira Fest (link), il Novogodišnji satirikon e il  Radoje Domanović.  Per la Finlandia tra le tante iniziative cito la Giornata nazionale dell’aforisma (link) e il premio Samuli Paronen (link). Per la Germania cito Aphorismen-Wettbewerbs promosso dalla Associazione aforistica Dapha nell’ambito dell’evento Aphoristikertreffen (link).  In Italia ogni due anni c’è il Premio internazionale per l’Aforisma Torino in Sintesi (Link). Infine ci sono paesi dove non c’è nessun evento o nessun premio aforistico. Uno è l’Inghilterra, paese che vanta una tradizione di premi letterari come in nessuna altra parte del mondo (c’è persino il “Bad Sex Award” indetto ogni anno dalla Literary Review sulla peggiore scena di sesso in un libro!) e che (incredibilmente!) non ha nessun premio per l’aforisma. E un altro è stranamente la Francia, terra che ha dato i natali a molti celebri aforisti (sull’aforisma contemporaneo in Francia si veda il mio articolo) e che ha un centro universitario, a Clermont Ferrand, che ha prodotto numerosi testi specialistici d’eccellenza sull’aforisma.

Anche il quadro delle associazioni si delinea in modo sempre più chiaro. Come ho scritto in Polonia c’è l’Associazione aforistica polacca, “Stowarzyszenie Aforystów Polskich” (link) che è stata fondata nel 2000 da Wojciech Wiercioch ed ha sede a Nowy Targ (in una email Wiercioch mi scrive che c’è il progetto di trasformare l’associazione in fondazione). In Serbia c’è il “Circolo Aforistico di Belgrado“, “Beogradski aforističarski krug” (link), in Finlandia la “Associazione aforistica finlandese“, “Suomen aforismiyhdistys” ( link), in Germania c’è Dapha, “Dapha Deutsche aphorism archive” ( link). In Inghilterra c’è la World Aphorism Organization (WAO, ma si pronuncia WOW! link) che è stata fondata il Marzo del 2008 e che ha come soci calibri da novanta come James Geary, Sami Feiring, Don Paterson, Friedemann Spicker, Jurgen Wilbert, Boris Mitic e tra gli italiani Fulvio Fiori (l’elenco dei soci è comunque lungo). L’attività dell’associazione è tuttavia ferma al 2008, anno in cui è stato organizzato il primo meeting dell’associazione. In Italia non c’è nessuna associazione aforistica, anche se il Premio internazionale per l’aforisma Torino in Sintesi ruota intorno alla associazione culturale “Il mondo delle idee” (link).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Associazioni aforistiche, L'aforisma in Polonia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...