Yahia Lababidi, Signposts to Elsewhere

Avevo già avuto modo di apprezzare l’ingegno di Yahia Lababidi, leggendo alcuni suoi aforismi nell’antologia di James Geary, Geary’s Guide to the World’s Great Aphorists (più di 350 autori di aforismi di tutto il mondo). Poi Massimo Colasurdo, appassionato ed attento lettore dell’aforistica in lingua inglese  (laureatosi in lingua inglese sull’aforistica con il Prof. Ruozzi come correlatore) mi ha scritto una email consigliandomi caldamente di leggere il libro di Lababidi, “Signposts to Elsewhere“. “Devi assolutamente leggerlo” mi scrive. L’ho fatto, e devo ammettere che dalla lettura più completa e approfondita del libro per me si è spalancato un universo. Chi legge il mio blog, sa come in esso trovino spazio solo i migliori aforisti contemporanei di tutto il mondo, con una attenzione maggiore per quelli italiani (un po’ di provincialismo non guasta mai). E sa anche come talora io non riesca a trattenere la mia ammirazione di fronte a certi autori che sento più congeniali alla mia visione aforistica. Yahia Lababidi è uno di essi.

Nato nel 1973, di origini egiziano-libanesi, Yahia Lababidi vive negli Stati Uniti. E’ aforista, poeta e scrittore di saggi. Il suo libro di aforismi, Signposts to Elsewhere (Sun Rising Press 2006 e poi Jane Street Press, 2008) è stato scelto come Book of the Year 2008 dal giornale britannico The Independent. L’opera di Lababidi è stata tradotto in arabo, slovacco, svedese e turco.

Come scrive James Richardson (anche lui autore di aforismi, si veda il mio articolo) nell’introduzione a Signposts to Elsewhere, “all’interno di un ipotetico Triangolo delle Bermuda i cui tre angoli sono il Proverbio, la Filosofia e la Poesia, lo scrittore di aforismi si muove inquieto con la sua piccola barca“.

Proverbio, Filosofia e Poesia sono proprio i tre punti cardinali che identificano l’identità aforistica di Lababidi.

La parola del proverbio è una parola di saggezza che però è stata logorata dal tempo. A differenza della poesia è stata sentita milioni di volte ed è diventata quasi un luogo comune. Come nella migliore tradizione aforistica Lababidi usa l’effetto sorpresa nei confronti dei modi di dire proverbiali per far nascere un pensiero nuovo. Così quando le prime parole di un aforisma sembrano fare il verso a una banalissima frase fatta che crea attese scontate, ecco invece che subito dopo si rivela l’esatto contrario: la verità si rivela nell’improvviso impatto di un’abitudine mentale con una visione diversa. Ecco tre esempi: “Il tempo guarisce le vecchie ferite, solo perchè ci sono nuove ferite che ci attendono”, “gli opposti si attraggono, le somiglianze resistono” e infine “La Storia non si ripete, la natura umana sì”

Ma Lababidi non è solo un fine tessitore e ritessitore di proverbi. E’ anche un filosofo. La sua filosofia non è un sistema coerente e organico, bensì frammentato in cui – come scrive Richardson – “la saggezza è sempre in movimento, ed è una questione di flessibilità più che di rigore, di intuizioni e di angoli più che di regole“. Lababidi si muove tra la spiritualità del Sufismo e la grande tradizione filosofico tedesca (in particolare Nietzsche) con pensieri decisamente geniali. Ecco tre esempi: “La sfida primaria del creatore è sopravvivere a sé stesso”, “Oscillare tra il sentimento sub-umano e quello super-umano è cosa del tutto umana”, “Un piccolo sospetto è meschino, un grande sospetto filosofico”

Infine la poesia, l’ultimo dei tre angoli del triangolo delle Bermude descritto sopra. Lababidi è anche uno scrittore di poesie. La miglior definizione della sua poesia la offre lo stesso Lababidi in una intervista al “Kuwait Times”: “Cerco di catturare nelle parole ciò che è effimero, ciò che è uno stato emozionale o una intuizione. In sostanza tutto ciò che può offrire una pausa per una riflessione: grande bellezza, sentimento intenso o anche uno sguardo curioso (Trying to capture in words what is ephemeral, be it an emotional states or an insight. Basically all that gives pause for reflection: great beauty, intense feeling, or maybe even a curious look)”. Credo che questa descrizione (la ricerca di una pausa – effimera, intuitiva, emozionale – per una riflessione, “pause for reflection”) possa connotare lo stile leggero e intenso di molti dei suoi aforismi. Ecco un esempio: “Artificial people, like artificial flowers, last longer.’ “Le persone artificiali, come i fiori artificiali, durano più a lungo”.oppure “Temptation: seeds we are forbidden to water, that are showered with rain”, “Tentazioni: semi che ci è proibito annaffiare, poichè già bagnati dalla pioggia”

Per una maggiore approfondimento dell’opera di Yahia Labibidi rimando all’intervista che l’autore ha rilasciato ad Aforisticamente e che presenterò nel blog nei prossimi giorni. Pubblico qui di seguito per la prima volta al pubblico italiano una selezione di 40 aforismi di Yahia Lababidi tratti da Signposts to Elsewhere (Jane Street Press, 2008):

**

1) Impulses we attempt to strangle only develop stronger muscles.

Gli impulsi che cerchiamo di controllare sviluppano maggiormente i loro muscoli.

2) History does not repeat itself, human nature does.

La Storia non si ripete, la natura umana sì.

3) A little suspicion is petty, a great suspicion philosophic.

Un piccolo sospetto è meschino, un grande sospetto filosofico.

4) The biographer’s art is that of confessing through the mask of another’s personality.

La biografia è l’arte di confessare se stessi con la maschera di un’altra personalità.

5) Alienation: the crippling conviction that one is a minority of one.

Alienazione: la convinzione paralizzante che uno è minore di uno.

6) Even the most imaginative writers are merely scribes to their inspiration.

Anche lo scrittore più immaginifico è solamente lo scriba della sua ispirazione.

7) A good listener helps us overhear ourselves.

Un buon ascoltatore aiuta ad ascoltare noi stessi.

8 ) With enigmatic clarity, Life gives us a different answer each time we ask her the same question.

Con enigmatica chiarezza, la Vita ci da differenti risposte ogni volta che le poniamo la stessa domanda.

9) To oscillate between feeling subhuman and superhuman is to be human.

Oscillare tra il sentimento sub-umano e quello super-umano è cosa del tutto umana.

10) The dream, and nightmare, of all artists is that their creations should come to life.

Il sogno o l’incubo di tutti gli artisti è che la loro creazione possa prendere vita.

11) Tattoo: graffiti on a masterpiece.

Tatuaggi: graffiti sopra un capolavoro.

12) Astrology: a pseudo-science that postulates that the world does not revolve around us—the universe does.

L’astrologia: una pseudo-scienza che postula che il mondo non gira intorno a noi – bensì l’universo.

13) Two good reasons to read: to better understand oneself or to forget oneself altogether.

Due ragioni per leggere: per meglio comprendere se stessi o per dimenticare del tutto se stessi.

14) Different faiths are different dialects of the same Language.

Differenti fedi sono i differenti dialetti dello stesso Linguaggio.

15) To be self-taught is not to have taught oneself but to have learned.

Per essere un autodidatta non bisogna avere insegnato a se stessi ma avere appreso.

16) The application of wisdom is no less difficult than its acquisition.

L’applicazione della saggezza non è più difficile della sua acquisizione.

17) The power of ideals is such that they may be transmitted even by those who do not live by them.

La forza degli ideali è tale che essi possono anche essere trasmessi da coloro che non vivono di essi.

18) Whoever speaks definitively speaks prematurely.

Chi parla definitivamente parla prematuramente.

19) Indirect communication permits us to be reckless with the truth,confessing more than we would ordinarily dare.

Una comunicazione indiretta ci permette di essere crudeli con la verità, confessando molto più di quanto avremmo fatto ordinariamente.

20) The more we prattle with others the less of a chance we have for a serious conversation with ourselves.

Più chiacchieriamo con gli altri e meno possibilità abbiamo di una conversazione seria con noi stessi.

21) Man may be a social animal but Thought is a solitary creature.

L’uomo può essere un animale sociale ma il Pensiero è una creatura solitaria.

22) Opposites attract, similarities last.

Gli opposti si attraggono, le somiglianze resistono.

23) Unlike snakes, venom poisons most those persons who carry it.

A differenza dei serpenti, il veleno avvelena la maggior parte delle persone che lo portano.

24) Uncertainty is the starting and ending point of Knowledge.

L’incertezza è il punto di arrivo e di partenza della Conoscenza.

25) Like cars in amusement parks, our direction is often determined through collis.

Come gli autoscontri nel parco dei divertimenti, la nostra direzione è spesso determinate dalle collisioni.

26) Truth can be like a large, bothersome fly – brush it away and it returns buzzing.

La verità può essere come una mosca fastidiosa – la mandi via e lei torna ronzando.

27) Time heals old wounds only because there are new wounds to attend to.

Il tempo guarisce le ferite solo perchè ci sono nuove ferite che ci attendono.

28) Envious of natural disasters, men have created their own.

Invidioso dei disastri naturali, l’uomo li ha creati lui stesso.

29) We are born with one umbilical cord but die with many.

Nasciamo con un cordone ombelicale, moriamo con molti.

30) Aphorism: what is worth quoting from the soul’s dialogue with itself.

Aforisma: ciò che vale la pena citare nel dialogo dell’anima con sé stessa.

31) With despair, as with night-vision, the eyes soon grow accustomed to the dark.

Con la disperazione, come con la visione notturna, gli occhi si abituano presto alle tenebre.

32) Marrying for looks is like buying books for their pictures – a good idea, if one cannot read.

Sposarsi per uno sguardo è come comprare i libri per le loro immagini – una buona idea se non li si legge.

33) Philosophies, like roadmaps, are not to be consulted while driving.

La filosofia, come una mappa stradale, non può essere consultata mentre si guida.

34) Miracles are proud creatures; they will not reveal themselves to those who do not Believe.

I Miracoli sono creature orgogliose; essi non si riveleranno a coloro che non Credono in essi.

35) Intuition: generous deposits made to our account by an unknown benefactor.

Intuizione: generoso deposito fatto sul nostro conto da un ignoto benefattore.

36) As children, we played hide and seek with one another, as adults with ourselves.

Da bambini abbiamo giocato a nascondino con gli altri, da adulti con noi stessi.

37) Unanswered prayers are nevertheless imperishable. They are merely deposited into some eternal account, accumulating interest.

Le preghiere inascoltate sono comunque imperiture. Esse sono solamente depositate in qualche conto corrente eterno ad accumulare interesse.

38) The primary challenge for creators is surviving themselves.

La sfida primaria dei creatori è sopravvivere a se stessi.

39) Temptation: seeds we are forbidden to water, that are showered with rain.

Tentazioni: semi che ci è proibito annaffiare, poichè già bagnati dalla pioggia.

40) Our past shadows us, sometimes hiding behind our backs, other times entering the room before us.

Il nostro passato è come un ombra: a volte è dietro di noi, nascosto, altre volte ci appare davanti, ingombrante.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in L'aforisma negli Stati Uniti e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Yahia Lababidi, Signposts to Elsewhere

  1. Yahia Lababidi ha detto:

    Fabrizio, it is remarkable to see my words translated into Italian like this! I thank you for this great opportunity and introduction to my work. (I will do my best with the help of friends, and google translate;) to understand the rest…

    Cheers,
    Yahia

  2. fabriziocaramagna ha detto:

    I thank you for collaboration and for the interview that i will insert in my blog next week.

    Fabrizio Caramagna

  3. Luca Ormelli ha detto:

    Grazie dell’ennesima segnalazione Fabrizio. Grande penna Yahia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...